Piano bibbia di dieta

Il programma di dieta biblica, conosciuto anche come la dieta del creatore, è un piano nutrizionale sviluppato da Jordan Rubin, un oratore motivazionale. Rubin sostiene che questo piano nutrizionale lo ha aiutato a curare la malattia di Crohn, anche se non esistono prove scientifiche attuali per sostenere il legame tra il piano di dieta della bibbia e la gestione della malattia di Crohn. Il piano dietetico della Bibbia si basa sui principi alimentari descritti nei libri del Vecchio Testamento di Deuteronomio e Levitico. Parlare con il medico prima di adottare il piano di dieta della bibbia per qualsiasi scopo.

Il programma di dieta della Bibbia si concentra pesantemente sugli alimenti a base di piante. Questi alimenti comprendono cereali integrali, fagioli, legumi, frutta, noci e semi. Permette anche la maggior parte delle verdure. Questa dieta consente il consumo di alcuni tipi di carne, compresi pesce al forno o alla griglia, manzo, selvaggina di selvaggina, tacchino e pollo. Insetti come cavallette, criceti e grilli sono anche consentiti sotto il piano di dieta della Bibbia.

Secondo la legge levittica, tutti i tipi di maiale sono proibiti sotto il piano di dieta della Bibbia. Questo include salsicce, pancetta, prosciutto, maiale, chorizo ​​e peperoni di maiale. Questo piano di dieta scoraggia il consumo di alimenti contenenti farina o zucchero raffinati, come dolci, caramelle, ketchup, bibite e pane bianco e pasta. Esso vieta anche i frutti di mare, come l’anguilla, il granchio, l’aragosta, le ostriche, i gamberi ei gamberetti. Le carni fritte e le carni trasformate come la bologna, la carne di manzo e l’arrosto sono scoraggiati.

Il piano di dieta della bibbia è composto da tre fasi, meno distinte rispetto alle fasi raccomandate nei piani di dieta Atkins o South Beach. I seguaci del piano di dieta della Bibbia eliminano le farine e gli zuccheri raffinati nella prima fase, che dura circa 14 giorni. La prima fase incoraggia anche l’eliminazione di grani e verdure amidacee come il mais, le barbabietole e le patate. La seconda fase, che dura anche circa 14 giorni, sottolinea le stesse restrizioni dietetiche; tuttavia, le persone che seguono il programma di dieta della Bibbia per la perdita di peso possono cominciare a perdere peso a un ritmo più lento. La terza fase, che non ha un intervallo di tempo impostato, consente una graduale integrazione di verdure e grani amidacei.

A differenza di altre diete comuni negli Stati Uniti, il piano di dieta biblica sottolinea la pratica spirituale oltre alle scelte dietetiche. I seguaci di questo piano si impegnano in preghiere di ringraziamento e di pentimento all’inizio e alla fine di ogni giorno. Rubin sottolinea la preghiera come strumento per la gestione dello stress. Il piano di dieta della Bibbia incoraggia anche un veloce parziale una volta alla settimana – nei giorni di digiuno i seguaci consumano solo liquidi come acqua e succhi freschi fino al pasto serale.

Scelte alimentari

Cibi esclusi

fasi

Altri elementi