Può la caffeina causare tremiti della mano?

Diversi fattori, che vanno da una condizione medica sottostante a spasmi al farmaco, possono causare tremori della mano. La caffeina può causare tremori della mano se consumati in grandi quantità o se si ha sensibilità alla sostanza. Se si sviluppano tremori della mano, consultare immediatamente un medico per una diagnosi accurata.

Identificazione

È possibile trovare la caffeina naturalmente in prodotti come il caffè, il tè e il cioccolato. È un additivo sintetico nei liquidi, nei dolori e nelle bevande energetiche. Quando consumato, la caffeina ti fa sentire più sveglio perché stimola il sistema nervoso centrale.

Funzione

Quando si consuma la caffeina, può farti sentire diverso. Tipicamente, questo si verifica in forma di sensazione più attenta e forse avendo un umore migliore. Avere tra i 200 ei 300 mg di caffeina al giorno non dovrebbe causare alcun danno a meno che non vi sia sensibilità. Altrimenti, si dovrebbe sentire svegli e pieni di energia.

Tremori della mano e effetti collaterali

Se si supera 300 mg di caffeina al giorno, si potrebbero verificare alcuni effetti collaterali negativi. Allo stesso modo, se siete sensibili alla caffeina o non ne avete tolleranza, potresti avere effetti anche se hai consumato meno. Gli effetti collaterali di troppa caffeina possono includere ansia, battito cardiaco veloce, irritazione dello stomaco e mal di testa. Tuttavia, si può anche sentire nervosi e soffrire di tremori della mano, dice TeensHealth da Nemours. Ciò può essere inquietante e causare preoccupazione, soprattutto se i tremori non vanno via in poche ore.

Precauzioni

Se si nota che si hanno mani tremolanti o sconvolgenti dopo avere la caffeina, c’è una soluzione semplice: ridurre il consumo di caffeina. Se avete già molto poco la caffeina ogni giorno, potresti non avere alcuna tolleranza. Potrebbe essere necessario eliminarlo dalla vostra dieta per prevenire i tremiti e altri sintomi spiacevoli. Per la maggior parte, comunque, la moderazione è la chiave per ingerire l’effetto collaterale della caffeina libero.