Dieta per la psoriasi del cuoio capelluto

La psoriasi è una condizione cronica che provoca aree secche, squamose e rossastre sulla pelle. Mentre può influenzare numerose parti del corpo, il cuoio capelluto è un’area comune di difficoltà. La psoriasi colpisce più di 6 milioni di americani, il 5 per cento dei quali sviluppa anche l’artrite psoriasica, secondo l’Università di Maryland Medical Center. Oltre ai trattamenti medici, una dieta sana può aiutare a ridurre al minimo i sintomi della psoriasi. Le raccomandazioni dietetiche sono uguali se i sintomi riguardano il tuo cuoio capelluto o altre aree.

Anche se i cambiamenti dietetici non curare la psoriasi del cuoio capelluto, possono aiutare a prevenire o ridurre l’intensità dei sintomi. Poiché il peso corporeo in eccesso aumenta il rischio di epidemie psoriasiche, la vostra dieta dovrebbe anche sostenere una gestione sana del peso, secondo la National Psoriasis Foundation. Una dieta appropriata può anche contribuire a ritardare o ridurre i sintomi dell’artrite psoriasica e dovrebbe soddisfare le vostre esigenze nutrizionali e energetiche fondamentali.

La vostra dieta dovrebbe includere cibi sani da tutti i gruppi alimentari vitali, compresi carboidrati complessi, fonti di proteine ​​magre e grassi sani. L’olio di salmone, tonno albacora e altri pesci grassi fornisce benefici anti-infiammatori e, secondo l’Università di Maryland Medical Center, può contribuire a ridurre il prurito e l’arrossamento legato alla psoriasi. I grani interi sono bassi glicemici, il che significa che hanno un lieve impatto sui livelli di zucchero nel sangue e possono migliorare il controllo dell’appetito e livelli ormonali e portare a sintomi migliorati. Pane integrale e cereali forniscono anche acido folico – una forma sintetica del folato vitaminico B. Se prendi il metotrexato del farmaco della psoriasi, potrebbe essere necessario aumentare l’acido folico. Frutta e verdure colorate, come bacche, peperoni e verdi di foglie, forniscono antiossidanti che contribuiscono a rafforzare il sistema immunitario. I cibi ricchi di proteine ​​sani includono carni bianche di carne bianca, pesce, prodotti lattiero-caseari bassi o prodotti a base di soia e legumi. Oltre ai pesci grassi, alle noci, ai semi, agli oli vegetali e agli avocadi, sono disponibili grassi sani.

Poiché gli alimenti interessano persone con psoriasi in modo diverso, prendere atto di cibi che sembrano peggiorare o innescare i sintomi. Alcune persone con psoriasi notano miglioramenti dopo aver omesso il glutine – una proteina di stoccaggio trovata in grano, orzo e segale – dalle loro diete, secondo il professore e presidente del dipartimento di dermatologia presso l’Università di Roma Dr. Sergio Chimenti. Nel suo libro “Psoriasi”, Chimenti raccomanda di evitare o limitare i cibi e le bevande derivanti dagli animali, poiché una dieta vegetariana o vegetale può contribuire a migliorare i sintomi. I prodotti animali più suscettibili di peggiorare l’infiammazione comprendono carni rosse, carni fritte e lavorate, carni di carne scura, latte intero, panna pesante, burro e formaggi ad alto contenuto di grassi. Evitare i carboidrati raffinati, come i pani, la pasta, i cereali e gli snack che contengono alte quantità di farina arricchita e / o di zuccheri aggiunti, che possono anche innescare l’infiammazione e lasciare meno spazio nella vostra dieta per una tariffa più sana.

Se hai difficoltà a soddisfare le vostre esigenze nutrizionali attraverso alimenti o avere un problema medico aggiuntivo che ti impedisce di assorbire correttamente i nutrienti, il suo medico può suggerire integratori alimentari. Altri integratori che credono di aiutare a gestire la psoriasi includono la cartilagine di squalo, i supplementi vitaminici A e D della prescrizione ad alta dose e vari integratori a base di erbe, come aloe e coleus forskohlii. Poiché gli integratori possono presentare effetti collaterali e mancano prove di efficacia, l’Università di Maryland Medical Center consiglia di discutere il loro utilizzo con il medico prima di prenderli.

Funzione

Alimenti utili

Cibi da evitare

supplementi