Dieta per persone positive di HIV

La cattiva alimentazione e la perdita di peso aumentano il rischio di malattia e persino la morte nelle persone infette da HIV, secondo un articolo di aprile 2003 in “Malattie infettive cliniche”. Lo stato nutrizionale può essere compromesso da complicanze della malattia, così come i farmaci utilizzati per trattarlo. Mentre una dieta sana è un buon punto di partenza, potrebbero essere necessarie modifiche dietetiche per gestire vari aspetti della malattia e nelle persone il cui HIV è progredito in AIDS. È importante notare che non esiste alcuna dieta o cibo speciale che possa curare o trattare l’infezione da HIV.

A causa degli effetti che la malattia ha sul tuo sistema immunitario, l’infezione da HIV aumenta le tue esigenze calorie. L’infezione ha anche una tendenza ad influenzare l’appetito e pregiudicare l’assorbimento dei nutrienti. Tutti questi fattori possono rendere difficile per voi ottenere l’alimentazione necessaria per mantenere il peso e la massa corporea magra. Si raccomandano visite regolari con un dietista registrato specializzato in HIV, insieme a un attento monitoraggio della dieta, per aiutare a gestire il peso e le malattie.

Molti dei farmaci usati per trattare l’HIV possono anche alterare lo stato nutrizionale. La presa di alcuni antiretrovirali con o senza cibo può alterare l’assorbimento e l’efficacia del farmaco, secondo gli autori dell’articolo in “Malattie infettive cliniche”. Questi farmaci possono anche causare problemi gastrointestinali come nausea, vomito, diarrea o malassorbimento o un cattivo appetito. Tali problemi possono richiedere modifiche dietetiche, come ad esempio una dieta a bassa percentuale di grassi, da gestire. A causa dei progressi del trattamento medico, tuttavia, questi farmaci sono anche causa di aumento di peso e aumentando il rischio di malattie cardiache e una dieta sana può essere necessario.

Quando il conteggio del CD4 è basso, meno di 200, è importante prestare attenzione alla preparazione e alla manipolazione degli alimenti per prevenire la malattia alimentare. Evitare le uova crude o meno cotte, il pollame, la carne e il pesce, nonché i prodotti lattiero-caseari non pastorizzati ei succhi di frutta ei cavoli crudi. È anche importante lavare le mani prima e dopo che si mangia, cuocere e riscaldare gli alimenti proteici ad una temperatura appropriata e lavare frutta e verdura cruda prima di consumarli.

Molte persone con HIV non soddisfano i loro bisogni giornalieri di vitamine e minerali, secondo le “malattie infettive cliniche”. L’aggiunta di vitamina e minerale può essere necessaria se esistono carenze specifiche. Inoltre, le persone affette da HIV su antiretrovirali hanno un rischio aumentato per la malattia ossea, secondo un articolo di dicembre 2012 pubblicato in “Argomenti in medicina antivirale”, e che può essere utile anche con aggiunta di calcio e vitamina D.

Ottenere quello che serve

Medicazione e dieta

Sicurezza alimentare e dell’acqua

Bisogno di integratori