Dieta candida e soia

La dieta candida mira a ridurre la quantità di lievito e le sostanze nutritive che “alimentano” il lievito – nei cibi che si mangia. Candida si riferisce a Candida albicans, il fungo che causa infezioni vaginali del lievito. Alcune persone hanno una condizione chiamata candidiasi cronica o sindrome di ipersensibilità al lievito, che comporta una crescita eccessiva di candida nel tratto gastrointestinale. La soia non sembra aggravare o aiutare la candidosi. Consultare il medico prima di iniziare una dieta candida.

Evitare

La dieta candida esclude gli alimenti che contengono lieviti o muffe, come i formaggi, i frutti secchi, l’alcool e le arachidi, secondo l’Università del Michigan Health System. I funghi, i pani fatti con il lievito di pecora, la pasta di pomodoro e la birra sono tutti eliminati, nota anche l’Università di Pittsburgh Medical Center. La dieta elimina o limita la quantità di alimenti che mangiate che contengono zucchero e latte, come dolciumi e prodotti lattiero-caseari, perché questi nutrienti sono pensati per alimentare il lievito e promuovere la sua crescita.

considerazioni

La soia non è elencata tra i cibi che contengono lieviti o lieviti “alimentati”. Ma alcuni tipi di prodotti di soia potrebbero rientrare in una delle due categorie. Ad esempio, i prodotti di tofu fermentati o di soia che contengono zuccheri per aromatizzare sarebbero vietati sotto la dieta candida. Inoltre, tenere a mente che l’aggiunta di alcuni alimenti come yogurt contenenti colture probiotiche e pesci o frutta a guscio che sono ricchi di acidi grassi omega-3 potrebbe aiutare a curare la candidosi, secondo l’Università di Maryland Medical Center. Alcune spezie come origano, chiodi di garofano, salvia, aglio e cannella possono offrire azioni antifungine, mentre i grani interi sono una ricca fonte di vitamine del complesso B.

Nutrienti chiave

Alcuni integratori alimentari potrebbero aiutare a sostenere una dieta candida pure. Ad esempio, gli integratori di acidi grassi essenziali come l’olio di pesce, i probiotici come il Lactobacillus acidophilus, le vitamine C e E, il selenio, il calcio e le vitamine del complesso B possono aiutare a sostenere il vostro sistema immunitario e ridurre l’infiammazione, rileva l’Università del Maryland Centro medico. L’acido caprilico e la propoli ape possono anche offrire azioni antifungini. Gli integratori digestivi come acido cloridrico betaine e enzimi pancreatici potrebbero aiutare a prevenire la penetrazione della candida nell’intestino tenue, afferma l’Università del Michigan Health System. Parlare con il proprio medico prima di assumere qualsiasi integratore con una dieta candida.

Prevenzione / Soluzione

L’assunzione di antibiotici può peggiorare la candidosi, perché gli antibiotici tendono ad uccidere i batteri benefici nell’intestino che controllano la crescita dei candidi, spiega l’Università di Maryland Medical Center. Se hai la candidosi, limiti l’uso di antibiotici e esplora altre opzioni con il medico quando è possibile. Evitare l’uso di pillole di controllo delle nascite e corticosteroidi può anche impedire o diminuire la crescita sovrapposizione di candida nel tuo corpo, nota l’Università di Pittsburgh Medical Center. Oltre a una dieta candida, i trattamenti convenzionali per la candidiasi includono tipicamente farmaci antifungini, che vanno dalle compresse orali, dai rash da bocca, dai supposte vaginali e da creme topiche.

avvertimento

Parlare con il tuo medico e un dietista registrato prima di iniziare una dieta candida o fare qualsiasi altro cambiamento dietetico significativo. Sebbene la soia non sembri promuovere la crescita di candida, si potrebbero verificare alcuni sintomi se si dispone di un’allergia ai prodotti di soia e di soia. Inoltre, tenere presente che i supplementi over-the-counter possono causare effetti collaterali, rischi per la salute e interazioni farmacologiche, proprio come i farmaci da prescrizione. Discutere questi potenziali pericoli con il medico prima di assumere eventuali integratori.