Nebbia cerebrale e carenza di potassio

Livelli adeguati di potassio sono fondamentali per il funzionamento del cuore e del cervello. Bassi livelli di potassio possono interrompere segnali elettrici che guidano il cervello, causando confusione, pensieri lenti e nebbia cerebrale. Il corpo regola fortemente il potassio, quindi basso potassio – o ipokalemia – è raro. Le cause più comuni di perdita di potassio sono farmaci, come diuretici e malattie.

Anche se il cervello è spesso confrontato con un computer, i segnali elettrici funzionano in modo molto diverso. Il tuo cervello contiene decine di miliardi di neuroni, ciascuno che forma connessioni, chiamate sinapsi, con migliaia di altri neuroni. Quando stimolato da informazioni sensoriali o da altri neuroni, un segnale elettrico chiamato potenziale d’azione si diffonde in tutto il neurone. Il potenziale di azione causa il rilascio di sostanze chimiche chiamate neurotrasmettitori che diffondono le informazioni alle cellule circostanti. Il modello dei neuroni che spara le potenzialità d’azione è responsabile della produzione di pensieri e azioni.

Il potenziale di azione nei neuroni dipende dagli elettroliti, principalmente di sodio e potassio. I bassi livelli di potassio causano il rallentamento del cervello. I neuroni con basso contenuto di potassio richiedono una maggiore stimolazione prima di sparare un potenziale d’azione e non possono accelerare rapidamente le potenzialità d’azione. Puoi provare questo come affaticamento, confusione o incapacità di avviare azioni o di finire i treni del pensiero. I sintomi possono essere informalmente chiamati nebbia cerebrale e non saranno corretti prendendo stimolanti, riposo, buona nutrizione o rimuovendo lo stress.

La maggior parte delle persone ottiene il potassio sufficiente dalla loro dieta. Diuretici – farmaci che promuovono la minzione e la perdita di acqua – sono la causa più comune di carenza di potassio. Alcuni antibiotici e altri farmaci possono anche causare perdita di potassio. La perdita di una grande quantità di liquido corporeo, sebbene il vomito, la diarrea, la sudorazione eccessiva o altre cause, possono anche causare la perdita di potassio. Malattie renali, disturbi ormonali e altre malattie possono impedire ai reni di mantenere il potassio nel corpo. Una piccola carenza di potassio non può causare sintomi. I sintomi di ipocalemia moderata includono battito cardiaco irregolare, guasto muscolare, confusione, costipazione, stanchezza, debolezza muscolare e paralisi.

Molti alimenti contengono livelli significativi di potassio. Gli alimenti con alto potassio includono banane, latte, granola, kiwi, fagioli di Lima, arance, fagioli, pomodori e tutte le carni. Gli Istituti Nazionali di Salute raccomandano che gli adulti consumano almeno 4,7 grammi, o 4.700 mg di potassio al giorno. Il medico può raccomandare un diverso livello di assunzione in base alla salute e ai farmaci attuali. L’assunzione di integratori di potassio per via orale o per via endovenosa dovrebbe essere effettuata solo sotto la supervisione di un medico.

Come funziona il tuo cervello

Potassio nel cervello

Deficienza del potassio

Fonti di potassio