Ciclismo dopo una sostituzione dell’anca

La riabilitazione dopo la sostituzione dell’anca è un processo graduale. Comincerai alcuni esercizi di rinforzo non appena il giorno dopo la sostituzione per prevenire l’atrofia muscolare e promuovere la circolazione, ma affronterà esercizi più faticosi mentre si guarisce e guadagna più forza. Un gruppo di ricercatori tedeschi ha riportato in un numero di 2010 del “Journal of Bone and Joint Chirurgia” che ciclismo, nelle giuste condizioni, può essere utile per i destinatari di una sostituzione dell’anca totale.

Sollevare la sede della tua moto stazionaria ad un livello in cui il piede poggia sul pedale quando il ginocchio è quasi completamente diritto. L’Accademia Americana dei Chirurghi Ortopedici spiega che il ciclismo ti aiuta a riconquistare la mobilità nell’anca, ma mantenendo il posto troppo basso potrebbe causare pericolosamente l’eccesso di flessione dell’articolazione dell’anca durante il periodo di recupero.

Pedalare all’indietro per ridurre al minimo la pressione posta sui fianchi quando si inizia a ciclo come parte della vostra riabilitazione. L’Università della California San Diego Health System suggerisce di pedalare attivamente con la gamba di guarigione e mantenere la gamba sana sul pedale senza utilizzare la forza per rafforzare il nuovo anca. Potrebbe essere possibile solo ciclo per pochi minuti alla volta nelle prime fasi della terapia fisica.

Progressi per inoltrare il ciclismo una volta che è stato eliminato dal medico o da un terapista fisico per farlo. A questo punto, non si dovrebbe sentire dolore quando si pedale all’indietro. Controllare con il proprio fornitore di cure mediche per determinare se sei pronto a guidare una bici normale in opposizione alla moto stazionaria.

Aumenta sia il tempo di ciclismo che il livello di resistenza del ciclismo quando si riprende dalla sostituzione dell’anca. L’AAOS spiega più di un mese a 6 settimane, è possibile aumentare il tempo di percorrenza a circa 30 minuti almeno tre volte a settimana.