Problemi di abbandono in adolescenti

Alcuni adolescenti lottano con problemi di abbandono perché avevano una madre o un padre assenti durante l’infanzia. Altri affrontano questioni di abbandono perché i loro genitori sono divorziati e un genitore, a scelta oa legge, ha poco o nulla a che fare con loro. Anche se un adolescente non è responsabile delle decisioni di suo genitore, l’abbandono può essere un pesante carico emotivo da portare. L’adolescente potrebbe sentire che i problemi sono colpa sua. Gli adolescenti che lottano con la depressione o con problemi di abbandono a lungo termine dovrebbero consultarsi con professionisti medici.

Paura

La paura è una preoccupazione comune di abbandono per gli adolescenti che hanno genitori che sono morti, lasciati come risultato del divorzio o non sono mai stati attivi nella loro vita. Un adolescente potrebbe preoccuparsi di non aver nessuno a prendersi cura di lui. Avrebbe potuto temere che lui ei suoi fratelli si divideranno e sarà costretto a vivere in una famiglia separata. Anche in età adulta, una persona che ha sperimentato abbandono come un bambino o un adolescente potrebbe continuare a temere che ogni persona significativa della sua vita finirà per morire o abbandonarlo, secondo GoodTherapy.org.

Rabbia

Gli adolescenti che si sentono abbandonati spesso provano la rabbia perché non riescono a capire perché qualcuno li lascia. Anche se un genitore è morto, un adolescente potrebbe ancora sentire rifiutato e abbandonato. La maggior parte degli adolescenti dipende dal sostegno finanziario ed emotivo dei genitori, in modo che possano sentirsi arrabbiati se sperimentano difficoltà finanziarie e devono cambiare il loro tenore di vita a causa della morte o del divorzio. Alcuni adolescenti sono costretti a lasciare le loro case e si trasferiscono se il loro sopravvivente genitore o caregiver non può tenere il passo con le spese correnti. In alcuni casi, il genitore sopravvissuto deve lavorare più a lungo e non è più fisicamente o emotivamente disponibile per confortare l’adolescente che danneggia.

Ansia

Gli adolescenti spesso affrontano problemi di ansia a lungo termine quando si sentono abbandonati da uno o entrambi i genitori. Le sensazioni di apprensione e ansia possono influenzare ogni rapporto, intimo, sociale, commerciale o scolastico, secondo GoodTherapy.org. Un adolescente potrebbe evitare di avvicinarsi ai coetanei o ai membri della famiglia perché non vuole rischiare di essere abbandonato anche da loro. In alternativa, potrebbe evitare riunioni sociali o attività legate alla scuola perché è ansioso di costruire amicizie e non vuole che gli altri sappiano che ha vissuto l’abbandono.

fasi

Cinque fasi si svolgono quando qualcuno sperimenta l’abbandono – rottura, ritiro, interiorizzazione, rabbia e sollevamento – dice la psicoterapeuta Susan Anderson a New Living Magazine. Gli adolescenti si sentono spesso che tutto il loro mondo sta filando a testa in giù e ritiratosi dalle impostazioni sociali. Potrebbero internalizzare le loro paure, le loro ansie e le loro frustrazioni perché si sentono vergognosi o soli. Quando un genitore rimasto, un caregiver, un consulente scolastico o un medico aiutano un adolescente a vedere che c’è ancora speranza, il teen può cominciare a recuperare e “sollevare” fuori dal cervello della disperazione. Le nuove amicizie ristabilite possono aiutare l’adolescente a capire che ci sono persone che non lo abbandoneranno.