Sangue per la funzione delle ghiandole surrenali

La ghiandola surrenale rende molti ormoni diversi e si divide in due zone distinte: la medulla e la corteccia. La medulla rende gli ormoni chiamati catecolamini, come l’adrenalina. La corteccia in primo luogo rende gli ormoni cortisolo e aldosterone. Le malattie della ghiandola surrenale possono spesso essere diagnosticate con esami del sangue che misurano i livelli di questi diversi ormoni, anche se la maggior parte dei disturbi ghiandolari surrenali influenzano solo la corteccia surrenale.

Cortisolo

Il cortisolo di anima è uno dei test fondamentali utilizzati per valutare la funzionalità delle ghiandole surrenali. I livelli di cortisolo aumentano e cadono durante il giorno, in modo che un singolo campione di sangue non possa essere efficace nella diagnosi di una carenza o di sovrapproduzione. Di conseguenza, possono essere prelevati più campioni. I livelli di cortisolo possono anche essere misurati prima o dopo la stimolazione della ghiandola surrenale per ottenere un migliore senso della funzione surrenale.

Adrenocorticotropina Hormone

L’ormone dell’adrenocorticotropina, o ACTH, è un ormone fatto dalla ghiandola pituitaria che stimola le ghiandole surrenali per fare cortisolo. Di conseguenza, può essere misurato per valutare la funzione surrenale. Se le ghiandole surrenali non funzionano in modo efficace, l’ipofisaro secerne più ACTH per stimolarli a rendere più cortisolo. Di conseguenza, le persone con ghiandole surrenali mal funzionanti hanno tipicamente elevati livelli ACTH.

Test di stimolazione surrenale

Un altro modo per misurare con maggiore precisione la funzione delle ghiandole surrenali è misurare i livelli di cortisolo prima e dopo la stimolazione delle ghiandole surrenali. Per questo test viene misurato il livello di cortisolo e quindi il paziente viene iniettato con una forma sintetica di ACTH chiamata cosyntropina. Dopo 45 minuti, il livello di cortisolo del sangue viene misurato nuovamente per vedere se le ghiandole surrenali producono più cortisolo in risposta alla cosyntropina. La mancata crescita dei livelli di cortisolo nel sangue indica un malfunzionamento delle ghiandole surrenali.

Ormone di rilascio della corticotropina

Il test dell’ormone che rilascia la corticotropina può anche essere usato per testare la funzione delle ghiandole surrenali. In primo luogo, vengono misurati i livelli di base di ACTH e cortisolo. Quindi viene iniettato l’ormone che rilascia la corticotropina – una sostanza chimica che stimola il rilascio di ACTH. I livelli di cortisolo e ACTH vengono misurati ogni 15 minuti. Tipicamente, i livelli di ACTH superano dopo 15-30 minuti e i livelli di cortisolo superano 30-40 minuti dopo l’iniezione di ormone che rilascia la corticotropina. La mancata crescita dei livelli di cortisolo dopo un aumento dell’ACTH suggerisce l’insufficienza epatica.